logo

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE "P. ROSSI" - MASSA

Sede "P. Rossi" Via Democrazia, 26 54100 Massa (MS) Tel. 058541305 - fax. 0585814668
Sede "G. Pascoli" Viale Stazione 49 54100 Massa (MS) Tel. 058541305 - fax. 0585814668
Uffici Amministrativi – Via Democrazia 26 – 54100 Massa (MS)
IBAN: IT41G0103013600000002868914 - CF: 80002110452 - CCP: 11472545

logo2

Treno della memoria 2017

Treno della Memoria, 8 rappresentanti delle studentesse e degli studentii della nostra scuola visiteranno Auschwitz.
Il Treno toscano della Memoria è partito il 23 gennaio 2017 da Firenze. È il decimo, dal 2002. La destinazione è la  Polonia, i campi di Auschwitz e Birkenau. Da tutta la Toscana cinquecento ragazzi delle scuole superiori si sono preparati a vivere questa esperienza, organizzata come negli anni passati, dalla Regione insieme al Museo della  Deportazione e Resistenza di Prato. Dalla nostra scuola, i licei Rossi e Pascoli, partono 8 tra studentesse e studenti:  Nicole Salteri, Beatrice Bignotti, Lorenzo Brancaccio, Clelia Rossi, Asia Salvi, Floriana Aruta, Gioia Giusti, Giorgia Guadagni.
I motivi della scelte, le aspettative de “Questa è un'esperienza che ho in programma da sempre perché riguarda un tema che mi è profondamente a cuore. So che non è un viaggio di piacere o di divertimento, ma di grande tristezza e dolore e so che non sarà facile, per niente, ma a mio parere non è un'occasione da potersi far scappare. Torneremo sicuramente diversi, per quando mi riguarda forse più silenziosa o chiusa nei miei pensieri, ma sicuramente con una mente più aperta ed una visione della vita diversa.”
“So che il viaggio che sto per intraprendere non sarà facile, non è un viaggio come tutti gli altri dove l'importante è divertirsi e stare con i tuoi amici, qui mi dovrò  confrontare con dei fatti atroci che sono purtroppo accaduti e con le forti emozioni che mi susciteranno i posti dove sono accaduti questi atroci massacri. Spero di essere abbastanza forte per riuscirci,  armata della mia macchina fotografia e della forza di voler testimoniare tutto questo.”
“Mi aspetto un viaggio, più che bello, sublime. Sarà un'esperienza emozionante e profonda che ci porterà a contatto diretto con un mondo di cui abbiamo solo sentito echi lontani. Immagino che quello che mi rimarrà sarà un segno indelebile, una cicatrice, che mi farà crescere e mi aiuterà a comprendere la bellezza della vita anche nei momenti più difficili. Una speranza c'è sempre, anche nell'inferno di Auschwitz, e i sopravvissuti che ci accompagneranno ne sono la testimonianza vivente.”
È possibile seguire. le tappe del viaggio all’indirizzo www.toscana-notizie.it  e alla pagina Facebook Toscana Memoria  e con gli hashtag #ToscanaMemoria #TrenoMemoria17.